venerdì 11 giugno 2010

L'ora delle serali



Passato l'inverno caratterizzato dal freddo e accompagnato dal letargo di qualche podista, passata la primavera scandita dal risveglio della natura, ora si entra nella stagione estiva. Il calendario non parla ancora di estate, ma il clima ogni giorno più caldo ci fa capire che il passaggio è oramai imminente.

Le gambe, prima intorpidite dal freddo, rivendicano l'esigenza di una maggiore attività. Non ci basta più gareggiare la domenica mattina; adesso sentiamo il bisogno di confrontarci anche durante la settimana.

Quale occasione migliore, dunque, delle competizioni serali? Dopo un'intensa giornata di lavoro permettono di scaricare la tensione accumulata seduti dietro la scrivania. Sono brevi e pertanto veloci, utilissime per migliorare l'andatura senza far pesare troppi chilometri sulle gambe. E poi, rappresentano un'ottima alternativa agli allenamenti in solitaria, resi piuttosto indigesti dalla calura e dall'afa.

Non resta allora che scegliere fra le tante previste dai calendari.

2 commenti:

La Polisportiva ha detto...

le voglio tutte!

stoppre ha detto...

al max e col pelo fuori dalla canotta, ops purtroppo sono depilata...