domenica 6 giugno 2010

Maurizio Wood primo a Piossasco



Archiviata la XVIII edizione della CAMMINATA PER LA VITA, la nove chilometri di corsa fra le impegnative vie piossaschesi. Un percorso certo non noioso, ricco di saliscendi e ottimo banco di prova per testare la propria condizione su terreno collinare.

Maurizio Wood, uomo di riferimento dell'Atletica Settimese, impone il proprio ritmo e va a guadagnare la meritata vittoria. Seconda posizione per il compagno di squadra Adriano Nicolelli mentre Francesco Romeo chiude il podio. Vittoria facile in campo femminile per Claudia Spano mentre più combattuta è la lotta per la seconda posizione con Beatrice Di Stolfo che supera nelle ultime battute di gara Tiziana Caruso.

CLASSIFICA:
CLASSIFICA PIOSSASCO 2010

FOTOGRAFIE:
FOTOGRAFIE PIOSSASCO 2010 (1)
FOTOGRAFIE PIOSSASCO 2010 (2)

La mia gara
Davvero impegnativo il percorso di Piossasco. Nove chilometri e passa di saliscendi che richiedono di essere affrontati con un po' di attenzione. Pensavo che la mia fosse sufficiente ma forse ho sopravvalutato le mie possibilità odierne. E dire che non sono partito forte; il percorso lo conoscevo e sapevo che in salita bisognava dosare le risorse con accortezza.

Già al quarto chilometro ero un po' in crisi. Ad un certo punto mentre salivo lungo il tratto di sterrato vedo un tizio con addosso la divisa della mia squadra sdraiato a terra. E' Fausto che non riesce a muoversi per un problema al ginocchio. Chiaramente mi fermo cercando di capire cosa posso fare, ma poi sopraggiunge un altro atleta che mi dice che lo assiste lui e di riprendere a correre. Anche Fausto mi invita a non preoccuparmi e insiste perché torni a correre. Riprendo la mia faticosa corsa promettendomi di avvisare qualcuno appena possibile.

Ad un bivio vedo un addetto al percorso insieme ad un poliziotto. Mi fermo e gli spiego velocemente del problema di Fausto e che probabilmente sarà necessario andare a recuperarlo con un veicolo. Subito dopo riprendo la gara sperando che il traguardo sia vicino. Manca ancora un po', forza!

Dopo il settimo chilometro il percorso riporta al tratto iniziale, dove i lunghi tratti di discesa dovrebbero aiutare a forzare un po' il ritmo. Se fossi stato più in forma avrei potuto cercare di guadagnare terreno, ma le gambe non sembravano del mio stesso parere. Termino la mia prova in 42'13" (soste comprese) non molto soddisfatto della prestazione ma non si può essere sempre in forma... ;-)

Un po' dopo il mio arrivo l'ambulanza riporta alla partenza Fausto con il suo ginocchio dolorante. Non mi stupirei se fra due settimane lo vedessi tirare di nuovo davanti a me come se nulla fosse successo. Comunque gli faccio un grosso in bocca al lupo perché si ristabilisca il più presto.

Sono rimasto molto soddisfatto del ristoro, che prevedeva panini, pizza, the, integratore e addirittura insalata di riso. Tutto a volontà! :-D

E dire che prima di gareggiare pensavo di battere in casa il buon Fabio (Atl. Piossasco) e, invece, è lui che mi ha rifilato ben due minuti! Beh, la gara è stata interessante come allenamento collinare ma assolutamente da dimenticare come prestazione!!!

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, comunque nonostante le soste non sei andato affatto male come dici...tutto è relativo, come diceva qualcuno; personalmente mi rendo sempre più conto che patisco particolarmente le gare con molti dislivelli, la salita mi distrugge le gambe.
Comunque ti scrivo per segnalare che ieri mi hanno aperto la macchina e rubato i soldi che avevo nel portafogli, non tantissimi per fortuna, ma la portiera, pur funzionante, è rimasta leggermente danneggiata. Questo fenomeno dei ladri da podismo è veramente odioso, occorrerebbe che gli organizzatori assoldassero un vigilantes per pattugliare i parcheggi durante la gara, penso che gli iscritti sarebbero contenti di pagare anche uno o due euro in più per garantirsi un minimo di sicurezza alle autovetture.
Massimiliano.

Sofia ha detto...

Ciao Andrea,non sono rimasta contenta della mia prestazione nemmeno io,purtroppo so già qual'è il mio problema:mi pianto sullo sterrato! Ma dico io ,com'è possibile farsi le salite a 5'04" e poi arrivare addirittura a 6'40" sullo sterrato!
Hanno aperto l'auto anche a un mio compagno di squadra...io sarei daccordo a pagare un euro in più per mettere un vigilante,però è anche vero che ieri con un parcheggio enorme vicino alla partenza,ci hanno fatto parcheggiare in zone poco frequentate!Sofia

Anonimo ha detto...

Buona idea solo che un vigilante non può controllare tutte la macchine specie se non si trovano tutte nello stesso posto...

Anonimo ha detto...

Ovvio che non potrebbe controllare tutte le macchine sparse per la cittadina, ma credo basterebbe controllare quelle concentrate; infatti credo che il problema sia che costoro (i ladri maledetti) si appostano nelle vicinanze dei grandi parcheggi o comunque delle zone dove le macchine dei podisti sono facilmente individuabili, in quanto vanno ad occupare, tutte insieme, posti normalmente non utilizzati dalla cittadinanza normale. Ciò attira i ladri, perchè sono praticamente sicuri che per tutta la durata della gara loro sono tranquilli, nessuno li disturba, e non c'è il rischio, come in una zona normale, che qualcuno si avvicini, tutti i podisti rientrano solo a gara conclusa.
Massimiliano.

franchino ha detto...

Complimenti all'amico Mauri!
Io sono sempre più convinto che chi apre le macchine sia qualcuno che bazzichi nel nostro ambiente...

Andrea ha detto...

@Massimiliano
Mi dispiace per l'accaduto. In effetti a fine gara ho sentito dire che avevano aperto qualche auto. Forse basterebbe una persona in continuo movimento nei parcheggi...

@Sofia
Anch'io quando sono arrivato al tratto sterrato (4° km) ho perso qualcosa... soprattutto mentalmente... ;-) A me piace solo l'asfalto! :-D Se bastasse un euro in più per essere sicuri di non subire furti potrebbe anche andarmi bene.

@Anonimo
Non saprei dirti... il fatto è che di sicuro questi signori sono organizzati in gruppi per evitare di farsi beccare...

@Franchino
Grande Mauri! Devo avergli portato fortuna perché prima della gara gli ho pronosticato la vittoria... ;-)

La Polisportiva ha detto...

il collinare non scherza, soprattutto venendo da una serie di gare piatte.
Complimenti per la tua gara, con tanto di salvataggio.
E' la prima volta che sento dei ladri di podisti..starò attento ma non saprei come.

Mi han detto che Nole è annullata. Tu hai sentito qualcosa?

Andrea ha detto...

@La Polisportiva
Davvero duro... almeno per me!!! Nel mio piccolo ho fatto quel che ho potuto: una gara in difesa e più che di salvataggio parlerei giusto di una segnalazione agli addetti al percorso, sempre che non fossero intervenuti già prima... Purtroppo gli apritori di auto podistiche esistono eccome... :-( Dell'annullamento di Nole non so nulla, anzi... la mia squadra mi ha appena inviato un sms per dire che partecipa...

franchino ha detto...

Mi è giunta oggi la newsletter della fidal piemonte, confermo che la gara di Nole è stata annullata.

Carlo ha detto...

Ciao, sono il segretario dell'Athletics Piossasco. Ringrazio tutti i partecipanti e chi ha collaborato alla manifestazione. Sono molto dispiaciuto per le effrazioni avvenute del quale vengo a conoscenza solo ora. Forse a Piossasco non era mai successo. A me è capitato qualche anno fa in un'altra gara :-(. Da quel giorno vado a correre con il minimo indispensabile. Quest'anno abbiamo avuto all'ultimo momento una defezione di alcuni volontari che dovevano presidiare il percorso di gara quindi ci siamo trovati in deficit di personale. Augurandoci che ciò non accada più, il prossimo anno valuteremo come fronteggiare il problema.

Anonimo ha detto...

La gara a Nole ci sarà!Francesco!