mercoledì 5 dicembre 2007

E Feldenkrais che fine ha fatto?

Già, non ne ho più parlato. Se qualcuno dei lettori si ricorda, tempo fa ho fatto una breve introduzione a due metodi per migliorare la postura e i movimenti del corpo: il Rolfing e il metodo Feldenkrais, appunto.

Due mesi fa, in occasione del mio compleanno, mi sono fatto regalare la prima opera scritta da Moshe Feldenkrais, Il corpo ed il comportamento maturo. Ho cominciato a leggere alcune pagine, trovando l'esposizione interessante, anche se non di facilissima lettura. Se non voglio travisare i contenuti esposti dall'autore, penso che mi converrà leggere il libro più di una volta, almeno nei punti di più difficile comprensione.

Prossimamente vi terrò aggiornati sulla lettura dei capitoli, cercando di dare un'idea sommaria dei contenuti e delle idee esposti dal maestro Feldenkrais.

7 commenti:

Ale ha detto...

ma sei sicuro si scriva cosi'?

Andrea ha detto...

Arghhhh! Che svista! Ho scritto FELDENKARIS invece di FELDENKRAIS nel titolo del post.

Corretto all'istante.

Grazie per avermelo fatto notare.

Ciao Ale.

Marco ha detto...

Certo la postura è importante, correre bene evita problemi alla schiena, problemi alle articolazioni, ginocchia in primis......però una volta ho visto uno che correva tutto storto, ma proprio storto, e filava come un treno!
I misteri dei runners!

Andrea ha detto...

@Marco
Hai ragione. Anch'io ho presente diversi esempi di persone con una postura tutt'altro che corretta e che vanno forte.

Chissà cosa diventerebbero, se migliorassero i movimenti del proprio corpo!

Sonia ha detto...

Ciao a tutti, mi chiamo Sonia, sono un'Insegnante Feldenkrais di Roma. Intanto grazie a chi ha cominciato a parlare di questo metodo.
E' vero come diceva qualcuno, che avere una buona postura, non significa che poi sei un treno a correre!!L'obiettivo del metodo non é di raddrizzarti, ma di farti sentire che puoi usare tutto te stesso nel movimento che stai facendo. Allora che stai dritto o no, se risvegli parti del corpo che non usavi più, allora si che puoi migliorare te stesso, in quan to più presente in quello che fai e di conseguenza milgiori anche la tua prestazione.
Per chi vuole maggiori infos vi lascio la mia e-mail: scommento@fastwebnet.it e telefono: 338 5875638 (Sonia Commentucci)

Sonia ha detto...

ciao a tutti, sono un?insegnante Feldenkrais, intanto grazie di parlare di questo metodo. E' vero, come qualcuno ha detto, che magari una volta raddrizzati, non é detto che la prestazione migliori, ma il Feldenkrais aiuta a coinvolgere tutti se stessi nel movimento, in questo c'é miglioramento, fisico e mentale. Per chi vuole maggiori infos questa é la mia mail: scommento@fastwebnet.it
ciao ciao!!!!

Andrea ha detto...

@Sonia
Ciao Sonia, a pensarci bene non mi sembra di riuscire ad utilizzare in maniera completa il mio corpo durante la corsa. Sono dunque certo che potrei ricavare benefici dal metodo Feldenkrais.

Grazie per le tue informazioni.