mercoledì 27 febbraio 2008

Morte e resurrezione di una scarpa


E' giunta l'ora di abbandonare le scarpe che mi hanno accompagnato in questi ultimi otto mesi. Dopo averle sfruttate a lungo in allenamenti e gare, mi sono accorto che hanno ormai perso il loro potere ammortizzante. Così ho deciso di cambiarle con... un paio identico che conservavo già in casa ;-)

Infatti, tempo fa, approfittando di un'occasione da Decathlon, ho comprato un paio di Asics Gel 2120 GT da tenere come riserva e sfruttare non appena si presentasse l'occasione. E il momento del cambio di guardia è avvenuto ieri.

Nel collaudo di ieri sera, le ho subito messe sotto torchio con delle prove ripetute. Ho corso in totale 48'50" per 11 km. Dopo i primi tre km corsi in 15'05", mi sono dato da fare con le seguenti ripetute medie:

3'54"26: 1 km - RIPETUTA
2'17"10: 1/2 km - RECUPERO
3'55"10: 1 km - RIPETUTA
2'24"82: 1/2 km - RECUPERO
3'54"66: 1 km - RIPETUTA
2'19"84: 1/2 km - RECUPERO
3'55"10: 1 km - RIPETUTA
2'26"88: 1/2 km - RECUPERO
3'48"46: 1 km - RIPETUTA

Ho concluso l'allenamento con un chilometro di corsa lenta in 4'48"91. Con le nuove scarpe il feeling è stato ottimo da subito. Ho provato con molto piacere l'efficacia del sistema di ammortizzazione, ormai ridotto al minimo nelle vecchie scarpe. L'Asics GEL 2120 GT è un tipo di calzatura confortevole già dalla prima volta che la si indossa. Una stabile confortevole e leggera. Per essere perfetta gli sarebbe solo servita la robustezza delle New Balance ;-)

4 commenti:

franchino ha detto...

Buon allenamento Andrea! Ciao!

Furio ha detto...

Eh si, bell'allenamento!

Vincenzo ha detto...

ciao...

Master Runners ha detto...

Si, i 1000 mi sono sempre piaciuti