martedì 7 ottobre 2008

Intervista a MAURO FONTANA

Terzo appuntamento con le interviste ai podisti. Oggi è il turno di Mauro, gspttino compagno di squadra di Gian Carlo. Non corre da molto tempo, ma la sua determinazione, accompagnata da una buona dose di talento naturale, gli ha già permesso di ottenere risultati molto interessanti.

nome e cognome: Mauro Fontana
età: 40
categoria: MM40
squadra: G.S.P.T. Torino
personali: 35'41" sui 10 km - 17'05" sui 5 km

1. Ciao Mauro. Da quanto tempo corri?
Da poco più di un anno, ma solo da sei mesi sono iscritto ad una società.

2. Quali sono i motivi che ti spingono a correre?
All'inizio sicuramente ho iniziato per dimagrire, visto che 18 mesi fa pesavo più di 100 chili, adesso invece corro perché mi piace e mi permette di scaricare le tensioni della giornata lavorativa. Dopo una giornata di lavoro, a contatto con il pubblico, la mia oretta di allenamento e quindi di assoluto silenzio è come una sorta di rigenerazione. Questo è anche il motivo per cui prediligo allenarmi da solo.

3. Durante la settimana quali e quanti allenamenti fai?
Mi alleno dalle 4 alle 6 volte alla settimana senza un programma preciso. Molto spesso mi alleno in salita visto che dalle mie parti ci sono moltissimi percorsi collinari. Mi manca ancora la voglia e l'abitudine a soffrire in allenamento, in particolar modo digerisco male le ripetute che non svolgo praticamente mai.

4. Quali sono le distanze che preferisci correre in gara?
Per adesso mi accontento di correre le gare corte di 8-10 km. Amo moltissimo le competizioni dure con salite dalle pendenze impegnative.

5. Parliamo adesso delle gare a cui partecipi. Cosa ti piace e cosa vorresti migliorare nell'organizzazione delle medesime?
Podisticamente parlando sono ancora troppo giovane per poter esprimere un giudizio in merito anche se devo dire che l'idea del mio compagno di società Roatta del chip per ogni gara non è male, anche se capisco che non è di facile realizzazione.

6. Quali sono i tuoi record nelle varie distanze?
Per adesso ti posso segnalare solo un 35'41" sui 10 km, e un 17'05" sui 5 km visto che non ho mai corso in competizioni con distanze superiori.

7. Quali sono i tuoi programmi podistici per il prossimo anno?
Sicuramente ho intenzione di partecipare alla mia prima mezza maratona, cercando di infrangere subito all'esordio il muro dell'ora e venti.

L'obiettivo cronometrico che Mauro si è posto per la mezza è al di fuori della portata di molti podisti. Sono però sicuro che lui non avrà problemi a stare sotto la soglia prefissata, pur essendo la sua prima volta.

6 commenti:

franchino ha detto...

Il grande Mauro! Ha fatto un progresso notevole da quando ha iniziato a correre! Continua così Mauro!
Con questi personali il muro dell'ora e Venti (non del minuto e venti, piccolo refuso al fondo del post) secondo me è facilmente battibile. Forza Mauro!
PS quale mezza hai scelto per l'esordio?

Massimo ha detto...

Con 35 '41'' sui 10 km,se i allena bene puo' fare 1h 17' alto ''.

Andrea ha detto...

@Franco
Fatta la correzione. In effetti un "minuto" e venti secondi sulla mezza è fuori della portata di tutti i podisti... ;-)

@Massimo
Direi di sì, con i suoi attuali tempi può puntare ad un risultato vicino all'ora e quindici.

Mauro ha detto...

Ciao mitico Franchino. E' tanto che non ci si vede.
Quest'inverno una domenica ti invito dalle mie parti per un bel lungo collinare
nel bosco del vaj(Castagneto po). Per quanto riguarda le mie prestazioni mi accontento di stare sull'ora e venti per il momento,che per me sarebbe già un grande risultato.Purtroppo devo rimandare il mio esordio visto che sono stato fermo 3 settimane per un fastidiosissimo mal di schiena(sciatica).

franchino ha detto...

Ciao MAuro! Sono stato un pò in giro...!
Accetto l'invito molto volentieri, ma prima rimettiti in forma. In bocca al lupo, ciao!

Anonimo ha detto...

Se continui così infrangi la barriera del suono. Il tuo compagno di società ROSARIO (VISERTA). Complimenti per i tuoi miglioramenti.......