mercoledì 7 ottobre 2009

Intervista a ANGELO COTTITTO

Dopo una lunga pausa ecco un'altra intervista. Oggi faremo la conoscenza di Angelo, podista amatore di buon livello che tra l'altro cura il sito ATLETICAUISP.it

nome e cognome: Angelo Cottitto
età: 44
categoria: MM40
squadra: Cral Trasporti Torinesi

1. Ciao Angelo. Da quanto tempo corri?
Sono circa 6 anni.

2. Quali sono i motivi che ti spingono a correre?
Ho cominciato a correre quando ho comprato i primi pantaloni taglia 50 e mi sono reso conto che c’era qualcosa che non andava (ora porto la 44/46).

3. Durante la settimana quali e quanti allenamenti fai?
Almeno 4 se non 5, riposo il martedì e di fisso il sabato. Il lunedì defatichiamo, martedì facoltativo, mercoledì qualità, giovedì ritmo, venerdì lento. Ho un ottimo gruppo di allenamento che ha molto contribuito ai miei miglioramenti sportivi in gara, da ognuno di loro ho appreso qualcosa.

4. Quali sono le distanze che preferisci correre in gara?
Le distanze medie dai 10000 ai 12000 Km in piano e le gare impegnative e miste collinari dove in salita dò il meglio di me.

5. Parliamo adesso delle gare a cui partecipi. Cosa ti piace e cosa vorresti migliorare nell'organizzazione delle medesime?
Vorrei che tutti avessero un riconoscimento, anche per questo curo il sito ATLETICAUISP.it, almeno nella classifica ci sono tutti. Invece la festa alle premiazioni è sempre per i soliti che arrivano primi. A mio avviso occorrerebbe fare come il tennis dove, dopo un certo numero di vittorie, ti classifichi e ti scontri solo con i classificati di pari livello. Tutti i partecipanti ad una gara sono importanti e contribuiscono alla riuscita della manifestazione. Mi piace il tuo blog e gli altri blog simili perché sono la voce della gente comune che si allena, soffre in gara, si infortuna ma caparbiamente la domenica dopo è di nuovo in strada pronta a dare il massimo, siete i miei eroi!! Leggo sempre molto volentieri i post dei blogger, sono uno di voi.

6. Quali sono i tuoi prossimi obbiettivi podistici?
Vorrei riuscire a capire sin dove posso arrivare come tempi (senza perderci la testa e farmi del male) e mi farebbe impazzire correre in una manifestazione internazionale con la divisa dell’Italia (ognuno ha il suo sogno).

Ad Angelo la determinazione pare proprio non mancare: sono personalmente convinto che avrà sicuramente modo di migliorare il suo rapporto con la corsa e quindi le sue prestazioni.

6 commenti:

... E io corro! ha detto...

...e tra l'altro è veloce come una lippa il ragazzo,
Ps. aggiorna più frequentemente anche le classifche individuali del canavesano...noi porelli da retrovie lottiamo punto a punto ogni domenica :)

Angelo Bip Bip ha detto...

@ ..E io corro! ciao non dipende da me l'aggiornamento delle classifiche del canavesano in quanto le curano loro, io sono il manovale che le rende pubbliche a tutti, e proprio di questa sera un sollecito al responsabile del canavesano per un aggiornamento.

Anonimo ha detto...

Grande Angelo!!!
Ricordati che non si finisce mai di migliorare e al nostro livello ne abbiamo tanti esempi.mauri wood :)

Anonimo ha detto...

senza la tua mascotte, andresti così forte? Un bacio Luciana

Anonimo ha detto...

CARO ANGELO,vorrei tanto anch'io andare forte come té! Capisco che tu preferisca le gare un pò lunghe,se ho letto bene,dai il tuo meglio su gare che vanno dai 10/12000 chilometri,meglio ancora se comprendono qualche salita.Sarei curioso di sapere quando fai il lungo,quante settimane corri.Pensandoci bene,preferisco mantenere il mio ritmo.(SCHIAPPA)

genny ha detto...

bravi tutti! corsa =liberta'