martedì 24 novembre 2009

Intervista a PINO MORTADELLA



Oggi faremo la conoscenza di Pino, neopodista dal passato sportivo un po' particolare. Infatti sin da piccolo Pino si è dedicato molto allo sport: sono stati anni di attività sportiva intensi, che prevedevano sci agonistico ogni sabato e domenica, tennis, palestra tre volte la settimana e altro ancora. A 14 anni ha preferito fermarsi e dedicarsi allo studio. Per 20 anni non ha fatto più nulla e da poco, all'età di 34 anni, ha deciso di riprendere.

A marzo 2009, complici la forma fisica non ottimale (un leggero sovrappeso, le gambe dure dopo quattro gradini fatti per le scale di casa, il fiatone...), ha deciso di smettere di fumare ed ha iniziato a correre, tenendo un diario sulla nuova attività. Nella sua prima corsa ha fatto quattro "ripetute" da sei minuti di corsa lenta con tre minuti di camminata lentissima arrivando alla fine dell'esercizio esausto. A distanza di otto mesi, quattro settimane fa si è cimentato nella sua prima mezza, conclusa in due ore: in realtà non era proprio una mezza ma una gara "in solitaria" dal Palazzo a Vela fino in Piazza Sofia, seguendo tutti i parchi del lungo Po (Valentino, Murazzi,... fino alle Vallere), andata e ritorno. E, non pago, nei due weekend successivi ha corso due lunghi di due ore ciascuno!


nome e cognome: Pino Mortadella
età: 34 anni
categoria: -
squadra: -

1. Ciao Pino. Da quanto tempo corri?
Corro da 8 mesi.

2. Quali sono i motivi che ti spingono a correre?
E' la voglia di superarmi in uno sport mai affrontato prima e allo stesso tempo di uscire da un passato ultrasedentario.

3. Durante la settimana quali e quanti allenamenti fai?
Faccio tre allenamenti: due in pausa pranzo da 45 minuti e uno la domenica della durata di un'ora, un'ora e mezza.

4. Quali sono le distanze che preferisci correre in gara?
Mi piacciono le 10km.

5. Parliamo adesso delle gare a cui partecipi. Cosa ti piace e cosa vorresti migliorare nell'organizzazione delle medesime?
La distribuzione dei pacchi gara e le segnalazioni chilometriche (sarebbe bello se oltre ai km, ci fossero persone che, per mezzo di cartelli, indicassero il passo medio... quindi aggiornando la scritta, per esempio, ogni minuto).

6. Quali sono i tuoi prossimi obbiettivi podistici?
Fare la mezza senza arrivare con la lingua per terra in meno di due ore.

Con un po' di costanza l'obiettivo sulla mezza è sicuramente alla tua portata. In bocca al lupo!

7 commenti:

La Polisportiva ha detto...

La pausa pranzo è sacra, checchè ne dica Brunetta!

Andrea ha detto...

In molti la sfruttano per fare sport o altre attività - addirittura qualcuno per mangiare ;-) - e fanno solo bene...

stoppre ha detto...

bè a sto punto ti mando ad intervistare mio zio luigi che ha 81 anni, beve circa 1.5 litri di vino /die, cura giornalmente 3 vigneti, 2 orti molto grandi e si arrampica ancora sugli alberi..altro che podisti, questa è roba spessa !! abita a gravere di susa, unico calabrese in mezzo a piemontesi restii

stoppre ha detto...

ti comunico i dati :
nome e cognome : bisceglia luigi ( luviggi in lingua madre )
categoria : over 80
squadra : cosenza for ever

Andrea ha detto...

@Stoppre
Ok, passami qualche dato in più e pubblico l'intervista... ;-)

antonello ha detto...

ciao, ma è il nome vero o è un personaggio di fantasia coome potrebbe essere il mitico Ciccio Formaggio.
Comunque sia non sono d'accordo con stoppre. Massimo rispetto per la Mortadella!!!

Pino Mortadella ha detto...

Yuhuuu... Ho fatto la Maratonina di Natale alla Pellerina in meno di 2 ore. Obiettivo raggiunto!
Grazie a tutti per le risate che mi faccio leggendo i commenti! :-D