lunedì 12 novembre 2007

8 km alla 2


Ieri ho gareggiato vicino a casa, una volta tanto. La gara a cui ho preso parte è la prima edizione della 8 km alla 2. Ovvero: 8 km alla circoscrizione 2 e non una gara di 8,2 km come sembrava aver capito qualcuno...

Arrivato alla Cascina Giajone, mi rendo subito conto che i partecipanti non sono molti. Almeno per quanto riguarda il lato competitivo. Infatti, la partecipazione degli iscritti alla non competitiva sembra essere stata più che buona.

Ma veniamo alla partenza. E' avvenuta all'interno della cascina: lo spazio ristretto e le curve a gomito non mi ispiravano molto; fortunatamente non eravamo tantissimi e così non ci sono stati problemi.

Uscito dalla cascina, il gruppo si dirige verso corso Salvemini, dov'è situato il cosiddetto percorso ginnico. Il tracciato dovrà essere ripetuto tre volte.

Da parte mia, cerco subito di capire qual è il passo più adatto a me. Purtroppo, i cartelli che segnalano i km non sono molto precisi e pertanto non riesco a farmi un'idea della velocità a cui sto andando.

Ad un certo punto mi supera Eugenio Bocchino, inossidabile MM65, conduttore della trasmissione "Piemonte in Corsa", in onda ogni martedì alle 20.20 su GRP. Cerco di prenderlo come punto di riferimento, ma so che comunque ha un passo più veloce del mio. Infatti, a poco a poco il gap che ci separa aumenta inesorabile.

Arrivato al temine del secondo giro, mi sarei volentieri fermato, ma ce n'è ancora un altro da fare. Visto che non potevo farmi trainare da quelli davanti a me, mi volto dietro per cercare qualche appoggio. Con mia amara sorpresa, però, dietro di me non scorgo nessuno, almeno dei competitivi. Accidenti, penso. Devo darmi da fare io. Continua così l'ultimo tratto di gara a schivare i vari podisti non competitivi.

Nell'ultimo chilometro, poi, mi sorpassa un atleta, di cui però non riesco a tenere l'andatura. Pazienza! Tanto ormai è finita.

I podisti che incontro nel tratto finale del percorso sono tanti. Li sorpasso un po'a destra un po' a sinistra, saltellando ogni tanto sul manto erboso di fianco al percorso. E intanto penso: come faranno gli organizzatori a capire chi ha terminato la prova e chi no? Sono quasi al traguardo quando uno dell'organizzazione mi chiede: "Hai finito la gara?". Visto che ormai i tre giri li ho fatti, gli rispondo di sì e lui mi dice di andare verso sinistra, dove finalmente concludo la mia fatica.

Il mio tempo finale è di 32'06" su un percorso di 7,9 o 8 km. Mi classifico addirittura terzo della mia categoria!!! Eravamo proprio pochi. Ma tutti gli altri dov'erano? A Strambino? Tutti pazzi per la mezza maratona? O forse della Asics Run che si è tenuta a Cuneo, di cui ho scoperto l'esistenza solamente la sera mentre guardavo il tg regionale del Piemonte? E' probabile che molti siano anche andati alla Sandrone Tufo a Moncalieri.

All'inizio del post, ho detto che questa è stata la prima edizione della corsa. Sono rimasto soddisfatto dell'organizzazione. Per l'anno prossimo, però, la medesima dovrebbe studiare un percorso alternativo. Se la partecipazione alla competitiva crescerà - com'è probabile - l'organizzazione dovrà valutare di separare il percorso della competitiva da quello della non competitiva. Questo per fare in modo di non creare strettoie durante il percorso e di capire bene effettivamente quali concorrenti abbiano terminato la prova e quali debbano ancora portarla a termine.

Soddisfatto della mia gara, chiacchero con i miei compagni di squadra - e anche col vincitore della competizione che però, essendo iscritto alla non competitiva perché non tesserato per l'anno in corso, non viene premiato... che sfiga!!! - e mi porto a casa lo zainetto faticosamente conquistato... per abbandono degli altri!!! ;-)

12 commenti:

Furio ha detto...

Grande Andrea, bella gara e un po' ti invidio, non ho mai vinto un premio ;P tanto meno sono mai arrivato terzo di categoria :D

igor ha detto...

Da come avevi iniziato credevo avessi vinto la gara.. :-) cmq a vederti in foto hai in buon stile di corsa.. anche se l'appoggio di un piede nn ho capito se è prono? o l'effetto anomalo nella foto..

Anonimo ha detto...

Ieri sono stato a Strambino..ed ho colto un commento polemico sulla gara alla quale hai partecipato..improvvisamente diventata "competitiva".Sinceramente non ne comprendo la ragione, dato che i partecipanti alla maratonina erano circa 600.
La mia gara è diventata un incubo a partire dal 13 km. Crampi allo stomaco indescrivibili...(..per la cronaca la mia corsa non è terminata al traguardo ma dentro il wc della palestra, questa mi mancava!)Vabbè sacrificati un paio di minuti al risultato finale, come disse Mina:"l'importante è finire".Saluti Guido

massimo ha detto...

Guido ! consolati !!io mi sono fermato due volte lungo il percorso...!la prima, dopo la discesa di Vische,dopo qualche km idem...!

Andrea ha detto...

@Furio
Non è difficile, Furio. Basta partecipare ad una gara nuova, ancora poco conosciuta... :-P

@Igor
Accidenti! Te ne sei accorto subito dell'appoggio.
Io uso scarpe A4 per la pronazione, però nella foto sembro proprio mal messo :-(

@Guido
No no, nessuna polemica. Solo che il circuito era pieno di curve e da ripetere tre volte e quindi incrociavi facilmente gli altri concorrenti non competitivi: dunque se l'anno prossimo la partecipazione aumenta - com'è probabile - bisognerebbe separare il percorso competitivo da quello non competitivo, altrimenti si rischia di non capire più niente. Sullo stesso tracciato troveresti persone che camminano in gruppo e altre che vanno a tutta birra!
Ciao Guido e in bocca al lupo per la prossima mezza... primaverile!

@Massimo
Mi dispiace per gli "inconvenienti" che ti sono capitati durante la corsa. Ti rifarai certo con le mezze di marzo e aprile.

Anonimo ha detto...

Andrea..intendevo dire che i polemici, nella fattispecie, sono stati gli organizzatori di Strambino (quantomeno lo speaker).

Confermo il discorso sulle gare "poco frequentate".Alla prima strabrandizzo, mi son classificato secondo di categoria! (Da non crederci!!). Per la cronaca, vinsi sei kg di riso (la condanna ad un'estate d'insalata) :-)

-Il mio ego mi ha suggerito anche alcune altri "sotterfugi sul ben figurare":

a) partecipare ad una camminata non competitiva sorpassare e sbeffeggiare i partecipanti

b) partecipare ad una gara di grande richiamo, partire al primo km a 3' e fingere un improvviso stiramento.. (come dire peccato, sembrava un candidato alla vittoria)

c) aggregarmi al gruppo più nutrito di partecipanti femminili ed iniziare una serie di pubbliche relazioni, nel tentativo di organizzarmi il dopo gara :-) (per la cronaca le più carine mi stanno ancora sempre davanti)

d) tagliarmi i baffi,invertire il cognome (il mio è l'equivalente di un nome da donna) col nome, scrivere una F anzichè una M

e) infilarmi in una gara già iniziata in un punto non controllato dai giudici.

Dette questa serie di menate (oggi son goliardico), esco ad allenarmi che è meglio! :-)

Saluti

Anonimo ha detto...

Dimenticai la firma (un giorno o l'altro mi registro neee)

Guido

Anonimo ha detto...

E' da qualche mese che leggo il tuo blog e devo dire che non è niente male, comunque complimenti per i risultati. Mi auguro che allenandomi possa anch'io un giorno andare almeno a 4 min/km.
Al momento mi sto allenando per la maratona di Torino.
Saluti
Nicola

Andrea ha detto...

@Guido
Ok, avevo capito male. In effetti, non riuscivo a capire se quell' "hai partecipato" fosse riferito a me o a Igor.

Ah ah, non ci avevo pensato a fare, in una gara di un certo livello, il primo km a tutta birra e poi ritirarmi, tirando fuori qualche vaga scusa per infortunio.

@Nicola
Grazie per i complimenti sul blog e sui risultati.

Penso che, almeno in gare brevi, andare a 4/km sia alla portata della maggior parte dei podisti. Certo, a seconda delle caratteristiche fisiche e degli allenamenti, ci vuole più o meno tempo per raggiungere l'obiettivo.

Per adesso non ho in programma gare lunghe. I miei obiettivi sono le gare con distanza inferiore alla mezza maratona (max 10-12 km).

Poi, l'anno prossimo mi piacerebbe preparare bene la Biella-Oropa (luglio 2008), gara in salita su strada di 12 km.

In bocca al lupo per la maratona!

franco ha detto...

Bravo Andrea! Certo che potevo venire... praticamente sotto casa. Solo che credevo fose una non competitiva. Pazienza...! Ma allora siamo quasi vicini di casa, io abito al fondo di C.so Tazzoli. Anche tu sei in zona o sbaglio? Ma dove vai ad allenarti? Ciao, Franco

Master Runners ha detto...

Bella prestazione Andrè, sia per la gara che per i tuoi racconti, sempre così dettagliati.

Andrea ha detto...

@Franco
Mi dispiace. Diversi podisti pensavano si trattasse di una non competitiva.
Io al fondo di corso Tazzoli ci lavoro. Mi alleno vicino a casa al Parco Colonnetti o da quelle parti.

@Master Runners
Grazie. I complimenti sono sempre ben accetti! ;-)