mercoledì 28 maggio 2008

Il riscaldamento prima della partenza



Il momento prima della partenza di una gara è dedicato al riscaldamento. Da taluni sottovalutato, secondo altri meritevole di, a volte, attenzioni fin troppo esagerate. I primi, una volta sbrigata l'iscrizione e dopo essersi cambiati, lo affrontano velocemente, quasi di malavoglia, sempre che sia avanzato del tempo dalle operazioni precedenti. Altri spendono in esso molte energie a tal punto da farlo sembrare parte integrante della gara.

Ricordo, a tal proposito, un episodio avvenuto l'anno scorso alla gara serale di Leinì, che tra l'altro si disputerà domani sera. Corricchiavo in solitaria poco prima della partenza. Stavo per tornare nella piazzetta dove avrebbero dato il via, quando, in direzione opposta alla mia, sfreccia un gruppetto di atleti in fila indiana che viaggia con sguardo teso e velocità considerevole. Accidenti - penso - sono già partiti e io non me ne sono nemmeno accorto!

No, invece. Si trattava solamente del riscaldamento. Certo, gli atleti più forti necessitano di attenzioni maggiori: tuttavia lo sforzo mi è parso davvero esagerato.

Credo che il riscaldamento in vista di una competizione si possa dividere, a grandi linee, in almeno due fasi: la prima è dedicata ad esercizi di stiramento e mobilità articolare, seguiti da una corsa a ritmo lento. La seconda fase è diretta alla preparazione dello sforzo agonistico e consta di esercizi più specifici: l'intensità della corsa aumenta, poi l'atleta solitamente termina con degli allunghi.

Personalmente, prima di ogni gara, mi limito ad una breve corsetta tale da permettermi di prendere confidenza con il mio corpo e... non avere la coscienza sporca per non essermi riscaldato per niente!!! ;-)

10 commenti:

Daniele ha detto...

Grazie delle info! In effetti a volte lo scarso tempo a disposizione ti porta a tralasciare un po’ il riscaldamento…

Paolino73 ha detto...

Quando l'amico Jimmy veniva alle gare ho sempre fatto degli ottimi riscaldamenti.Si partiva a farlo quasi un'ora prima della partenza della gara in modo tale di fare tutto con calma(vedi la ricerca di un bagno).Solitamente si correva a ritmo blando per circa una mezzoretta,poi un pò di ginnastica e pronti belli caldi sul nastro di partenza.

SPAGHETTO... ha detto...

menkia.......te Paoulino non ti si può mai lasciare solo che inizi sempre a fare ginnastica!!!!
Cmq anche io dedico abbastanza al riscaldamento....tra i 45 e 30 minuti!!!!Purtroppo solo 2 volte ho avuto la possibilità di fare una gara con il mitico Jimmy (che per quanto riguarda la corsa sa il fatto suo, dico solo 2°assoluto al giro della collina....), anzi gara è un parolone...diciamo riscaldamento...e dalla sua esperienza mi ha insegnato come dice Paulino a corrichiare tranquillo giusto per far girare la gamba, riscaldare il muscolo e prendere un pò il ritmo del corpo (cioè alzare le gambe, muovere le braccia e spingere con la punta del piede)...e infine qualche "strecciamento"!!!...mentre Paulino inizia con la ginnastica!!! :-)
fondamentale è la ricerca del bagno...non si pùò tirare con il caccone in pancia!!almeno io non riesco!!!!

... E IO CORRO! ha detto...

io se mi scaldo troppo...son già stanco prima di cominciare!
Andrea..è ora di tornare a gareggiare!!

Mathias ha detto...

Io lo faccio sempre con pressapochismo..corricchio 10 minuti..i tipi in fila indiana li conosco di fama, anche a queste latitudini ci sono personaggi che prendono il riscaldamento come una gara. A me sembrano un pò dei galli, che nel pollaio vogliono far vedere agli altri quanto so forti!!

SPAGHETTO... ha detto...

non vogliono far vedere quanto sono forti....vogliono solo far CREDERE di essere forti...10"dopo lo sparo lo vedi subito che fine fanno!!!!

UomoCheCorre ha detto...

@Daniele
Concordo in pieno. Dovrei provare ad arrivare alle gare un po' prima... ;-)

@Paolino73
Non so quanti dei miei riscaldamenti dovrei sommare per farne uno simile!!!

@EIoCorro
Eh, non vedo l'ora! Direi che mi sono riposato abbastanza... ;-)

@Mathias
E allora lasciamo pure che si sfoghino. Così in gara saranno più mansueti... ;-)

@Spaghetto
Partano pure a razzo. Ci penso poi io a riprenderli... ;-)

albertozan ha detto...

argomento interessante.....cmq....il riscaldamento è tanto più importante quanto più la gara è corta: breve e conciso......ciauz...;)

Claudio ha detto...

si, anch'io lo affronto di malavoglia ma dipende molto dalla gara. Una gara breve (5km o 10km) merita un buon riscaldamento altrimenti per la mezza o laddirittura per la maratona credo che i primi km di corsa rappresentino essi stessi un riscaldamento.

UomoCheCorre ha detto...

@AlbertoZan
Giusto. E adesso ci sono un sacco di gare serali... brevi!

@Claudio
Nella mia unica maratona sinora disputata l'avrei saltato del tutto, ma, onde evitare di arrivare in ritardo alla partenza, ho dovuto anche mettermi a corricchiare per poco meno di 2 km...