lunedì 23 giugno 2008

Stupinigi, gara col freno a mano



Racconto di gara - 22 aprile 2008

E' da un po' che non gareggio. Tuttavia, in fondo al cassetto, rimangono ancora due gare da raccontare: quella di Stupinigi e quella de La Loggia. Qui parlerò della prima.

La massiccia presenza di partecipanti a questa gara ha spinto l'organizzazione, come già altre volte, a dividere la partenza in due gruppi. Io sono partito con la prima batteria, con le donne e gli MM35. A ben guardare, la proprozione degli atleti era sproporzionata, essendo il mio gruppo decisamente più snello rispetto al successivo.

Abitando nella parte sud di Torino, Stupinigi resta piuttosto vicina a casa mia. Pur arrivando in anticipo, però, ho perso tempo a chiaccherare con amici e compagni di squadra. Così non ho avuto tempo di fare un po' di riscaldamento. A quel punto, come altre volte, ho pensato bene di incorporare il riscadamento nella gara stessa, stando attento a fare una partenza controllata.

Appena partito, il gruppo compie un giro all'interno della Palazzina di Caccia e poi, dopo aver attraversato l'ampia rotonda, si dirige verso i boschi. Subito le sensazioni non sono bellissime, fatico ad entrare in sintonia con il mio corpo. L'intuito mi suggerisce che tutto ciò non è opera solamente del mancato riscaldamento. C'è qualcos'altro: una sorta di malessere che ho notato già al risveglio e al quale non ho dato molto peso. Inoltre, la pioggia dei giorni precedenti non aiuta l'azione di corsa lontano dall'asfalto. Il terreno è in certi tratti nervoso e pieno di fanghiglia; in altri lo sterrato permette invece un'andatura piuttosto agevole.

Il mio ritmo inziale si attesta sui 4'07"-4'08" al km. In un lungo tratto rettilineo e piuttosto corribile, il mio passo cede comunque qualcosa. La media scende inevitabilmente sui 4'11" al km. Anche qui potrei cercare di addurre come motivazione il fatto che sono praticamente solo a correre: dietro e davanti sono troppo lontani. Mi rendo però conto che si tratta solo di una scusa; la giusta spiegazione risiede probabilmente nel fatto che oggi la mia forma non è ottimale.

Nel tratto finale riesco a recuperare qualche posizione e termino la mia corsa al ritmo di 4'10" al km. Date le premesse, posso ritenermi comunque soddisfatto della mia condotta di gara. L'importante non è riuscire a tenere sempre la velocità massima possibile. Piuttosto, è basilare saper gestire le proprie energie in base alle intuizioni sulle proprie possibilità del momento.

A fine gara ho avuto modo di conoscere Franco (RIV-SKF Agnelli), Massimo e Alberto (CTO Casellese). La foto qui a fianco riportata mi ritrae appunto all'arrivo, preceduto da Alberto. La simpatica vignetta che vedete in alto è opera di mia nipote Emily e mostra il mio stato di forma non ottimale.

9 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Coraggio, il peggio è passato.

SPAGHETTO... ha detto...

menkia menkia......ha ragione gian

UomoCheCorre ha detto...

Ho smesso di correre a maggio, quando c'era una temperatura ancora gradevole. Riprendere in questi giorni, con l'afa asfissiante, non è proprio il massimo... :-|

alberto69 ha detto...

Ciao Andrea, sono Alberto del CTO Casellese.Grazie della foto e della citazione.Riprendere a correre con questo caldo è proprio dura, ma vedrai che presto tornerai in forma.Vedendo sul tuo blog i tempi delle ultime tue gare noto che corriamo più o meno alla stessa velocità (intorno ai 3'58''-4' a km) e sicuramente tutti e due abbiamo voglia di miglioraci il + possibile.
Sulla gara di Stupinigi ho sentito tanti podisti che hanno avuto un tempo finale poco soddisfacente; anch'io non ero per niente soddisfatto(secondo me ha influito molto il terreno fangoso che oltre a rallentarti ti affatica muscolarmente).
Complimenti per il blog davvero bello e interessante!
A presto
Ciao Alberto
P.S. Con l'occasione utilizzo questo spazio per fare i complimenti anche a Franchino e Spaghetto per i loro altrettanto belli e simpatici blog. Spero di conoscere anche loro di persona nelle prossime gare.

UomoCheCorre ha detto...

Ciao, Alberto. Grazie dei complimenti! Direi che Stupinigi è stata l'unica nota negativa (sempre che così si possa dire) delle gare di quest'anno. Mmmm... a pensarci bene anche il Cross di Feletto non scherzava quanto a terreno pesante...

Ci si vede (presto) in gara, ciao!

franchino ha detto...

Ciao Andrea, a Stupinigi non sarai stato in forma ma dalla foto... lo stile c'è!!

@ Alberto69: ti ringrazio per i complimenti, se ti capita di vedermi fermami pure che io son poco fisionomista...!

Ciao a tutti!

UomoCheCorre ha detto...

@Franco
Grazie, Franco. Adesso che sto riprendendo gli allenamenti vedrò di trasformarmi in UOMO(NUOVO)CHECORRE e migliorare le mie prestazioni... ;-)

Master Runners ha detto...

La vignetta mi aveva quasi ingannato, credevo che avessi pian piano ricominciato :)

UomoCheCorre ha detto...

@Master Runners
Per ora niente gare. Sto facendo solo dei piccoli allenamenti. Ciao.